TERRE DI CASAURIA
il sentiero della sostenibilità

IL PROGETTO

“Terre di Casauria. Il sentiero della sostenibilità” è un’iniziativa promossa dai Comuni di Tocco da Casauria, Torre de’ Passeri e Bolognano con l’intento di valorizzare il territorio casauriense e le sue eccellenze ed emergenze paesaggistiche e storico-culturali, a partire dal binomio “EnergiaAmbiente”. Il Progetto finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali, a seguito di un bando per l’assegnazione di fondi da destinare al finanziamento di “Attività Culturali a favore dei Comuni con siti caratterizzati da inquinamento ambientale”, vuole ripercorrere l’evoluzione energetica degli ultimi 150 anni che ha visto nascere a Tocco da Casauria i primi pozzi petroliferi in Italia e, 120 anni dopo, il primo impianto eolico sperimentale. Seguendo questo filo conduttore, il progetto mira a riscattare l’immagine di un territorio in parte compromesso da una situazione di emergenza ambientale e che merita di essere rilanciato da un punto di vista turistico-culturale e paesaggistico. Tra le attività previste:

  • la realizzazione di una pista cicloturistica segnalata attraverso un sistema integrato di cartellonistica;
  • l’allestimento di un percorso-vita attrezzato nel verde per esercizi e stretching nel Parco dei Giusti a Torre de Passeri;
  • il lancio e la realizzazione di un Premio/Contest artistico con installazioni/sculture in punti di particolare valenza/attrattività lungo questo itinerario, abbinato a un contest fotografico;
  • l’organizzazione di un evento di incoming, sotto forma di educational/press tour, legato al patrimonio culturale, paesaggistico e ambientale dell’area;
  • l’attuazione di programmi didattici per la sensibilizzazione degli studenti sui temi dell’energia e dell’ambiente e laboratori sullo sviluppo sostenibile.

L'ITINERARIO

Si tratta di un itinerario ciclabile su tracciati esistenti che tocca i tre comuni interessati. Il percorso principale ha una lunghezza complessiva di 22,3 km e prevede due varianti, una di difficoltà medio‐bassa e l’altra di difficoltà più elevata.

L’itinerario parte dal Punto informativo e aula didattica di Tocco da Casauria; passa al Convento dei Cappuccini, quindi al primopozzo petrolifero e al Parco Eolico; poi prevede una pedalata tra i vigneti fino a Torre de’ Passeri con un passaggio a S. Clemente a Casauria e al Parco dei Giusti di Torre. Il percorso prosegue per Piano d’Orta di Bolognano, nei pressi dei ruderi della fabbrica, e imbocca il sentiero per la Valle dell’Orta dove, lasciando la bike, si può raggiungere anche la grotta dei Piccioni e il fiume Orta con i suoi meravigliosi canyon. Infine l’itinerario prevede un passaggio a Bolognano – Musellaro e una pedalata tra i vigneti, prima di tornare a Tocco da Casauria.

Il percorso verrà segnalato da cartellonistica in punti di particolare interesse paesaggistico‐naturalistico e storico‐culturale.

Inoltre, a Torre de’ Passeri sarà realizzato un percorso attrezzato per esercizi di defaticamento e stretching. Verrà inoltre prodotto un depliant/piantina con l’indicazione del percorso per accompagnare turisti e visitatori alla scoperta di questo bellissimo territorio.

IL PREMIO CONTEST ARTISTICO

Creare un Ecomuseo diffuso che segua per tappe il percorso cicloturistico e le principali emergenze dei tre comuni e ne offra un “racconto visivo”, con installazioni d’arte contemporanea e sculture realizzate con materiale di origine naturale reperito sul posto. Un’iniziativa pensata per evidenziare lo stretto legame tra arte e natura e affermare il valore di un’opera perfettamente integrata con l’ambiente circostante che, con il tempo, viene quasi “riassorbita” dalla natura. La finalità è duplice: da una parte promuovere il talento artistico dei partecipanti rendendoli protagonisti di una esperienza culturale unica. Dall’altra valorizzare e promuovere il territorio dei comuni interessati, creando un circuito virtuoso di promozione, capace di veicolare un’immagine attrattiva e appetibile dell’area di destinazione. All’iniziativa verrà abbinato anche un contest fotografico che documenterà il processo artistico attraverso scatti delle singole opere, di particolari o d’insieme e anche dell’ambiente circostante. Tra le immagini realizzate verranno selezionate quelle più rappresentative che andranno a comporre una mostra fotografica. Verrà inoltre realizzato un reportage video dell’intera esperienza, che sarà condiviso sui social e proiettato in occasione della cerimonia di inaugurazione.

il bosso ecomood